Nella 10ª giornata di ritorno, segnata ancora dal Covid-19 che ha fatto rianviare 3 gare, continua il dominio in testa alla classifica della Parking Graf Crema (Nori 14) che a fatica supera in casa la Alperia Bolzano (Fall 16) che deve recuperare ben 4 partite e mantiene sempre 2 punti di margine sull’inseguitrice Delser Crich Udine (Milani 17) fresca finalista di Coppa Italia contro Crema che fatica più del previsto per piegare la resistenza delle vicentine di Sarcedo (Pieropan 12), mentre sul gradino più basso del podio virtuale troviamo la Akronos Moncalieri fermata dal Covid-19 e che ora dovrà recuperare 2 incontri.

Ai piedi del podio troviamo la Autosped Castelnuovo Scrivia (D’Angelo 18) che supera senza grossi problemi il fanalino di coda Fanola San Martino di Lupari (Peserico 12), mentre alle spalle delle piemontesi non si è disputato l’atteso match clou tra Drain by Ecodem Alpo Villafranca ed Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano, con quest’ultima che mantiene 2 punti di vantaggio su Vicenza anch’essa bloccata dal Covid-19 e che deve recuperare 3 partite. A sua volta Vicenza precede le mantovane del MantovAgricoltura San Giorgio che ne deve recuperare solo 2 e che precede di misura le vicentine del Sarcedo sconfitte di misura sul campo della vice capolista Delser Crich Udine.

In zona playout continua il momento no della Schiavon Ponzano Veneto (Egwho 13) che cade tra le mura amiche nello scontro diretto contro l’Edelweiss Albino (Veinberga e Rizzo 8) che grazie a questo successo aggancia a quota 12 punti la coppia composta dalla Schiavon Ponzano Veneto e l’Alperia Bolzano che cede nell’ultimo quarto in casa della capolista Parking Graf Crema e che mantengono 2 punti di vantaggio sulla Blackiron Carugate fermata dal Covid-19. In coda continua la crisi del Fanola San Martino di Lupari che a sole 5 giornate dalla fine della regular season è ad un passo dalla retrocessione diretta in serie B.

CREMA – Una Parking Graf Crema alle prese con i festeggiamenti per la recente conquista della Coppa Italia (4ª consecutiva negli ultimi 4 anni ndr) vince soffrendo tra le mura amiche contro una mai doma Alperia Bolzano superata con il punteggio finale di 73 a 59, e grazie a questo successo (il dodicesimo tra campionato e Coppa) mantiene la leadership della classifica con 2 punti di vantaggio sull’inseguitrice Udine.

Per questa gara coach Stibiel recupera Zagni seppur ancora in precarie condizioni fisiche e schiera lo starting five composto da Nori, Gatti, Caccialanza, Rizzi e Pappalardo; mentre dall’altra parte coach Sacchi deve affrontare l’emergenza dovuta al Covid-19 e si presenta con sole 9 atlete a referto e risponde con Cremona, Cristelo Alves, Mingardo, Fall e Carcaterra. La gara dopo un inizio punto a punto vede un primo allungo delle biancoblu che dal 7 a 4 piazza un parziale di 10 a zero involandosi sul 17 a 4 al 7′ con un tiro libero su 2 di Gatti, poi nel finale reazione delle altoatesine che piazzano un minibreak di 0 a 6 e chiudono il 1° quarto a -7 sul punteggio di 17 a 10 con un canestro di Profaiser. Nel 2° periodo continua il buon momento della Alperia e Iob riporta le ospiti a -3 sul 10 a 14, ma sul capovolgimento di fronte una tripla di Gatti ridà ossigeno alle padrone di casa che mantengono sempre dei leggeri vantaggi sino al 18′ quando una tripla di Capoferri spinge le locali a sfiorare la doppia cifra di vantaggio sul 30 a 21. Nel finale di tempo altra reazione delle bolzanine e con un gioco da 3 punti di Mingardo si va al riposo sul punteggio di 33 a 28.

Al rientro dagli spogliatoi la Parking Graf con Nori ed una tripla di Pappalardo vola a +8, ma le ospiti non cedono e Fall riporta il match in perfetta parità a quota 38 al 23′, poi sul capovolgimento di fronte una tripla di capitan Caccialanza ed i canestri di Nori e Rizzi riportano le padrone di casa a +7 ma le biancorosse ospiti non mollano e Profaiser riporta le compagne di squadra a -4 sul 48 a 44 al 28′. Nel finale un gioco da 3 punti di Pappalardo ed un canestro di Dobrowolska (all’esordio tra le mura amiche) riportano le biancoblu a sfiorare la doppia cifra di vantaggio chiudendo la 3ª frazione a +9 sul risultato di 53 a 44. Negli ultimi 10 minuti le ospiti accusano la stanchezza e complici le scarse rotazioni a disposizione di coach Sacchi permettono alla Parking Graf di sfiorare le 20 lunghezze di vantaggio, poi a gara ampiamente in ghiaccio le ragazze di coach Stibiel tirano i remi in barca e le bolzanine con Fall da 3 punti e Mingardo si riportano a -12, ma ormai non c’è più tempo e nei secondi finali Dobrowolska fissa il risultato finale di 73 a 59.

PARKING GRAF CREMA-ALPERIA BOLZANO 73-59
PARZIALI: 17-10, 33-28, 53-44
PARKING GRAF CREMA: Nori 14, Gatti 7, Zagni 2, Capoferri 12, Radaelli n.e., Caccialanza 8, Cerri 2, Parmesani n.e., Rizzi 7, Pappalardo 11, Guerrini n.e., Dobrowolska 10. All.: Stibiel.
Nessuna uscita per 5 falli.
ALPERIA BOLZANO: Nasraoui n.e., Broggio n.e., Cremona 4, Cristelo Alves 6, Mingardo 11, Fall 16, Desaler n.e., Iob 5, Profaiser 13, Carcaterra 4. All.: Sacchi.
Uscite per 5 falli: Cristelo Alves 27′ (47-42) e Carcaterra 34′ (65-47).
ARBITRI: Lenoci di Massafra (TA) e Rodi di Brindisi.