Calvatone, Cremona. Fra le attività del Parco Oglio Sud, vi sono progetti di forestazione, con l’obiettivo di ricostruire la continuità dell’ambiente naturale lungo il fiume grazie alla piantumazione di nuovi boschi e fasce arborate nelle aree demaniali di golena e la gestione dei piccoli boschi esistenti.

Il Parco ha aderito a WOWnature per sostenere la gestione forestale responsabile, ora tutti possiamo contribuire adottando un albero, per far crescere o regalare un giovane albero per migliorare la campagna, il fiume, le città, i paese e il nostro pianeta. Oppure, scegliendo di adottare un albero adulto, si può sostenere il gestore che si prende cura del bosco e delle piante che catturano CO2. Così anche il nostro impatto ambientale sarà più leggero.

Mai frase fu più azzeccata di “un fiume di possibilità” per descrivere il Parco Oglio Sud: il Parco, una vasta area protetta che si sviluppa lungo le sponde del fiume Oglio, può veramente soddisfare le esigenze di chiunque.Sempre più studi e ricerche scientifiche hanno dimostrato quanto sia importante per l’uomo potersi immergere nella natura e tutti i benefici che ne derivano. In particolare in questo ultimo anno ci siamo resi conto di tutti i problemi derivanti dalla deforestazione, dall’eccessivo carico di CO2 e dai cambiamenti climatici.

Se cerchi natura, qui ne troverai in abbondanza: nei mesi autunnali potrai osservare tanti piccoli uccelli che si fermano nelle riserve alla ricerca di cibo, prima di continuare la migrazione; nelle fredde sere invernali invece sentirai il richiamo della Rana di Lataste, ormai rarissima al di fuori del Parco e il canto dell’allocco; dopo, in primavera, troverai il brulicare frenetico della vita, con usignoli, aironi cenerini e falchi di palude impegnati a cercare cibo per i loro piccoli; infine, in estate, potrai godere dei colori sgargianti dei gruccioni, quasi pronti a intraprendere il lungo viaggio di ritorno verso l’Africa.

Se cerchi lunghi percorsi per camminare o fare cicloturismo, è ancora il posto giusto per te: sono numerosissimi i percorsi che si snodano tra campagne, boschi e canali, intervallati non solo dalle meraviglie della natura, ma anche da quelle dell’uomo, come piccole chiese, castelli e porticati.

Se cerchi buon cibo, sappi che anche i palati più raffinati saranno soddisfatti: l’offerta culinaria del territorio è veramente ampia, con cibi deliziosi come i tortellini di zucca e prodotti locali assolutamente da provare, come il vino viadanese da accompagnare a un buon salame. Provare per credere!

Se cerchi lunghi percorsi per camminare o fare cicloturismo, è ancora il posto giusto per te: sono numerosissimi i percorsi che si snodano tra campagne, boschi e canali, intervallati non solo dalle meraviglie della natura, ma anche da quelle dell’uomo, come piccole chiese, castelli e porticati.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.