Tempo di lettura: 3 minuti

Cremona – Nell’ultima giornata della regular season ennesima vittoria della capolista Moncada Group Agrigento (Rotondo e Grande 22) che nel match clou di giornata si impone sulla vice capolista Vaporart Bernareggio (Tsetserokou 17) che chiude alle spalle della formazione sicula.

Sul gradino più basso del podio troviamo la Green Up Crema (Del Sorbo 15) che reduce dalla lunga trasferta infrasettimanale in quel di Palermo supera nettamente l’Allianz Bank Bologna (Beretta ed Albertini 10) e spera ancora in una possibile qualificazione alla final eight di Coppa Italia alla quale è costretta a rinunciare la compagine emiliana.

Alle spalle della formazione felsinea chiude la Keos Ragusa (Mastroianni 16) che supera nel derby isolano la Fidelia Torrenova (Galipò 16) e precede la Ltc Sangiorgese (Berra 30) che cade nel finale sul campo del fanalino di coda Mantia Group Palermo (Lombardo 24).


Crema – Seconda vittoria in 3 giorni per la Green Up Crema che davanti al pubblico amico doveva recuperare 19 punti di svantaggio contro la Allianz Bank Bologna: per Del Sorbo e compagni missione compiuta e vittoria netta con il punteggio finale di 84 a 53 e 3° posto finale con ancora una piccola chance di qualificazione alla final eight di Coppa Italia.

Per questa gara coach Eliantonio recupera capitan Del Sorbo, assente a Palermo nel recupero di mercoledì e che a fine gara risulterà il miglior realizzatore della serata con 15 punti, che schiera lo starting five composto da Pederzini, Arrigoni, Del Sorbo, Drocker e Dosen preferito a Leardini. Dall’altra parte coach Rota risponde con Guerri, Graziani, Beretta, Fin e Fontecchio.

La gara vede un inizio punto a punto con gli ospiti trascinati da un positivo Graziani autore dei primi 7 punti, poi, dopo essersi tolta la scimmia, comincia lo show dei rosanero che punto dopo punto prendono il largo e Perez chiude il 1° quarto sul punteggio di 24 ad 11.

Nella 2ª frazione la Green Up continua a spingere sull’accelleratore e minuto dopo minuto il divario assume proporzioni devastanti, con i leoni indomabili a dominare sia in attacco che in difesa, nel finale botta e risposta tra Drocker dall’arco e Myers e si va al riposo sul punteggio di 47 a 28.

Al rientro dagli spogliatoi è capitan Del Sorbo a suonare la carica ai suoi e grazie ai suoi canestri la Green Up nel giro di quasi 5′ piazza un parziale di 15 a zero, involandosi sul 63 a 28, con i felsinei ormai alla deriva e che poco dopo con Beretta sbloccano il proprio score, ma i padroni di casa non sono ancora sazi e nel finale 2 tiri liberi di Trentin spingono i locali a sfiorare le 40 lunghezze di vantaggio, chiudendo il 3° periodo sul punteggio di 74 a 35.

Negli ultimi 10 minuti la Green Up tira i remi in barca, consentendo agli ospiti di recuperare in minima parte lo svantaggio. Nel finale coach Eliantonio mette in campo i baby Bonvini e Mercado e la gara si chiude sul punteggio finale di 84 a 53, grazie ad una tripla di Costantini.

GREEN UP CREMA-ALLIANZ BANK BOLOGNA 2016 84-53
PARZIALI: 24-11, 47-28, 74-35

GREEN UP CREMA: Leardini 8, Montanari 11, Venturoli 4, Mercado, Pederzini 4, Arrigoni 7, Bonvini 2, Dosen 8, Del Sorbo 15, Drocker 14, Perez 4, Trentin 7. All.: Eliantonio.
Nessuno uscito per 5 falli.

ALLIANZ BANK BOLOGNA 2016: Myers 5, Guerri 3, Costantini 5, Graziani 7, Beretta 10, Felici 2, Albertini 10, Fin, Fontecchio 3, Soviero 1, Besozzi 2, Bianco 5. All.: Rota.
Uscito per 5 falli: Soviero 28′ (71-32), fallo tecnico a Soviero 28′ (71-32).

ARBITRI: Grappasonno di Lanciano (CH) e Giambuzzi di Ortona (CH).